l'Intento...

L'intento che ha animato la nascita del Cerchio di Donne in Sardegna e del progetto del Tempio è stato quello di Risvegliare il ricordo della nostra Essenza più autentica e di farlo INSIEME, quello di ricostruire e rimembrare una società di amore, condivisione e partnership, una rete di donne consapevoli e amorevoli verso se stesse e la comunità, attraverso il Ricordo e la Riscoperta dell'ancestrale connessione dei nostri corpi e delle nostre anime con quello della nostra Madre Terra e con il Divino Sacro Femminile, attraverso lo studio e la riscoperta dei luoghi sacri, dei riti che da millenni animano questa meravigliosa Isola Sacra.

 

Il nostro Tempio è dedicato alla Dea JAna, il cui nome riverbera negli antichi canti carnatici, e nei rituali, la cui Origine si perde nella notte dei Tempi.

 

"...La senti JAna, la senti scorrerti dentro, la senti e la vedi negli sguardi delle sue genti, nei gemiti della sua Terra, la senti rinascere, riprendere forma, nelle sue sorgenti, nel suo vento, nel suo mare nel suo cuore tra le montagne, nel suo grembo nei siti sacri sotterranei.

È una linea continua, un passaggio aperto tra noi in questa dimensione/realtà e gli antenati che ci hanno preceduti.

JAna è nei costumi, nei gioielli, nelle movenze delle sue Madri, Fanciulle e Crone nello scorrere di una lingua antica mai dimenticata, è nei gesti, nelle tradizioni, è solo sopita.

Se ti fermi ad ascoltarla nella neutralità delle emozioni è facile sentirne i vagiti, la sua fame di nutrimento ed amore, forse ti sceglie o tu scegli di risentirla e ridarle vita nel Grembo, nell'udito, nel sentire e nelle parole.

Ricordare il suo Nome è venuto da sé, si è formato in gola dapprima come un gridolino acuto per poi liberarsi in tutta la sua essenza attraverso quel suono primordiale che da sempre ha chiamato la grande madre.

 

Sentilo dentro come vibra il suo nome, dal tuo grembo sale impetuoso il grido del parto “Jjjjjjj.”, è la contrazione sacra che ti avvisa della sua nascita; e poi, apriti a lei, con le labbra spalancate apri il tuo canale del parto e falla vibrare nel canto carnatico che nasce dal tuo respiro e dalla tua connessione con esso: “AaaaaNAaaaaaaaa”… apri i sensi, gli occhi, la tua pelle… e lei è lì davanti a te che ti sorride: “ti stavo aspettando”..." 

 

La nostra storia...

Il Tempio della Dea Sardegna pone le sue fondamenta grazie al Cerchio di Donne creato e sostenuto da quella che allora  era l'Associazione Culturale "Il Mandala", fondata da Ilaria del Curto nel 2013 e poi portata avanti da Sonia Desiderio, Ucla Masu e Daria Martinez.

 

La ricostruzione e l'unione di questo "piccolo nucleo" di Donne aveva già portato il Ricordo degli antichi Misteri Femminili, ricordato alle Donne il piacere e la naturalità del sedersi in Cerchio insieme per ricordare, ricostruire, tessere la propria Maestria. Nelle spiagge, nei campi, in luoghi a volte inaspettati, quali anche la palestra sotto scala, le Donne piano piano hanno ricominciato a tessere i fili del manto della sorellanza, guardandosi negli occhi e condividendo i loro cuori e i loro "segreti", aprendo i loro "sacri scrigni" tra i veli delle Tende Rosse e la Riconnessione con le proprie antenate.

 

 

Il Tempio viene fondato nel 2016. Nasce come gemellaggio con il Tempio della Dea di Torino e la collaborazione fra Sarah Perini, Sonia Desiderio e Daria Martinez.

Viene inaugurato nel settembre dello stesso anno durante la cerimonia di Dedicazione delle Prime Sacerdotesse del Tempio celebrata dalle Sacerdotesse di Avalon Sarah Perini e Katinka Soetens.  

 

Grazie agli insegnamenti di Kathy Jones, del Goddess Temple di Glastonbury ed al grande sostegno di Sarah Perini e delle Sacerdotesse fondatrici del Tempio continua a crescere e tessere la rete di sorellanza in Sardegna,  Italia e all'estero. Nello stesso anno nasce la Ruota della Dea Jana e si avvia così il Primo percorso biennale di formazione in Sardegna per le Sacerdotesse della Dea Jana "Vivere la Ruota di Jana" facilitato da Sarah Perini e Sonia Desiderio.

Il 26 Agosto 2017 alla presenza della Sacerdotessa Fondatrice del Goddess Temple di Glastonbury, Kathy Jones, della Sacerdotessa di Avalon fondatrice del Tempio della Dea di Torino Sarah Perini, dall'Unione della Fiamma di Avalon, della Fiamma di Diana di Torino viene accesa la Sacra Fiamma del Tempio di Jana.

 

Nello stesso anno il Tempio accoglie le nuove Sacerdotesse di Jana Caterina Arca, Roberta Tromboni e Francesca Re; grazie a loro la Ruota di Jana si arricchisce di contributi, vitalità e sostegno. Negli anni successivi altre donne iniziano a collaborare ed essere parte attiva della vita, della cura e gestione del Tempio della Dea Sardegna e nel 2018, si dedica Claudia Mastio che porterà al Tempio nuovi percorsi dedicati all'ascolto, al counseling e all'empatia.

 

Il manto della sorellanza ed il ricordo della Dea si rinsaldano, i luoghi sacri, i boschi, i mari si riappropriano dei canti e dei riti delle Sacerdotesse, donne e uomini insieme celebrano i passaggi della vita e delle stagioni.

Nel Gennaio 2020 il Tempio decide di non costituirsi come Associazione ma come Cerchio di pari e di svolgere le sue attività riconoscendo come Tempio Sacro l'intera Isola, le sue Terre, i suoi mari, i suoi luoghi sacri ed il suo popolo e decidendo di appoggiarsi ed essere sostenuto per i suoi eventi  e percorsi dall'Associazione culturale "Il Mandala" e dall'Associazione di Promozione sociale e centro ricerche per la partnership "Tempio della Dea" di Torino.

 

 

Quest'anno vede anche la nascita di nuovi percorsi e nuovi Templi dedicati ai vari volti della Dea in Sardegna, a marzo del 2020 nasce, infatti, Il Tempio alla Dea Stella Maris, fondato dalla Sacerdotessa Sonia Desiderio e dedicato alla riscoperta dell'antico culto di Atlantide in Sardegna, allo studio della ritualità sarda e dei nuovi e antichi culti dell'isola, alla pratica dell'oracling, dell'incubazione e del sogno, alla rivalorizzazione dei luoghi sacri dell'isola, alla riscoperta degli antichi misteri femminili legati ai cicli lunari e mestruali, alla riscoperta della sessualità sacra, alla riconnessione con le antiche pratiche di guarigione e cura energetica.

 

Il Tempio alla Dea Stella Maris propone giornate e percorsi dedicati alla conoscenza di se, delle proprie dinamiche interiori, all'ascolto, questo grazie alla preziosa collaborazione di professioniste formate nel Counseling e nel Focusing.

Vai alla Sezione " La Culla della Madre Tempio alla Dea Stella Maris"

A Beltane del 2020 nasce anche il Tempio di Medusa fondato e curato dalla Sacerdotessa Francesca Re.

Visita qui la sua pagina. 



Stiamo vivendo un momento difficile...
Vogliamo dare un messaggio si incoraggiamento e di sostegno...crediamo che INSIEME e con AMORE, si possa superare qualsiasi difficoltà.

Il Tempio della dea Sardegna si mette a disposizione (gratuitamente) per chiunque abbia bisogno di sostegno personale. 
Ci siamo per una semplice chiacchierata di ASCOLTO e SUPPORTO o per guidarvi in meditazioni e pratiche di centratura e radicamento al fine di stare nel qui ed ora in maniera responsabile e serena.

Possiamo raggiungervi online o telefonicamente per ascoltare, supportare, sentirci vicini...per superare questa distanza fisica.

Dove siamo

Tempio della Dea Sardegna e Tempio alla Dea Stella Maris
c/o Associazione Culturale il Mandala ex casa riposo Associazione Regina Margherita Onlus,

 

Piazza San Pietro 18,

07100 Sassari.

Telefono: 3465359420- 3466724721- 

 

email: tempiodelladeasardegna@yahoo.com

 

Pagine Facebook: il Tempio della Dea Sardegna;

La Culla della Madre: Io sono te e tu sei me. Tempio alla Dea Stella Maris